• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

860 visite

Chiedere scusa a una donna le allunga la vita

Quando viene offesa, rischia di più ictus o infarto

Per una volta, rivolgiamoci agli uomini più preoccupati di mostrare il loro aspetto “macho” che quello galante: chiedere scusa a una donna non è solo una questione di galanteria o buona educazione. È una questione di salute. Proprio così, perché dopo un’offesa o uno sgarbo, scusarsi con una donna può addirittura allungarle la vita. Al contrario, non porgere le proprie scuse alle esponenti del gentil sesso (naturalmente sempre che siano dovute…) significa metterle a rischio infarto e ictus. Sono le conclusioni di uno studio condotto da un gruppo di ricercatori della University of Massachusetts Medical School di Worcester (Usa).

Un problema di pressione
Quando le donne vengono offese subiscono un aumento della pressione arteriosa e di conseguenza un aumento del rischio di infarto o ictus. Ma se ricevono tempestivamente delle scuse si calmano più velocemente, con ictus e infarto.

Imparare a chiedere scusa
Gli irriducibili che non chiedono scusa proprio mai farebbero bene a riflettere almeno su questo punto: chiudersi in se stessi, facendo finta di nulla, appellandosi a una presunta superiorità o a un supposto orgoglio (quando il tutto non è soltanto maleducazione), è quanto di più sbagliato si possa fare nell’era della comunicazione, degli Sms, delle chat e dei social network come Facebook. Comunicare con gli altri è fondamentale, in qualunque modo lo si faccia, a prescindere di quanto possa influire sulla salute altrui.
Proprio tutti gli strumenti che la tecnologia mette oggi a disposizione, tra l’altro, consentono di superare anche un eventuale blocco psicologico dovuto all’imbarazzo: le scuse migliori si fanno di persona, a voce; ma se proprio non si riesce a vincere la timidezza, anche un Sms o un’e-mail possono andar bene.

Antonio Napolitano
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}