• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

3.631 visite

Cereali a colazione fanno bene? Ecco cosa c’è di vero

Dai più dietetici fiocchi di avena ai più calorici muesli, hanno carboidrati e fibre per affrontare al meglio la giornata. Ecco come regolarsi per la salute e la bilancia.

I cereali a colazione  fanno bene alla salute ed alla dieta o sono solo una pressione della pubblicità che viene dalle grandi industrie alimentari americane che li producono?

Uno studio scientifico ci aiuta a capirne di più ed a scegliere consapevolmente.

Lo studio sui cereali distingue quali tipi sono migliori

I cereali sono la base della piramide alimentare. E già questo dovrebbe far capire quanto importante sono per la nutrizione umana. Il loro apporto, in un’alimentazione corretta ed equilibrata, non può e non deve mancare. Specie al mattino, nella prima colazione, i cereali rappresentano un ingrediente fondamentale.

E Le famiglie italiane sembrano averlo capito bene, se è vero che fanno uso di cereali da prima colazione quasi la metà dei nuclei familiari. I preferiti restano i tradizionali fiocchi d’avena, in calo – nelle preferenze degli italiani – il muesli, più calorico e ricco di zuccheri, dunque meno indicato per chi è attento alla linea.

Buoni come i biscotti, ma più sani e “light”

I cereali da colazione per antonomasia, perché più “antichi”, sono i fiocchi di mais.

Ma dalla loro invenzione, nel 1894, sono sopraggiunte diverse tipologie: non solo mais, ma altri cereali come avena e riso, o la sola componente di fibra di frumento, hanno dato vita a prodotti molto diversi tra loro che rendono il mercato particolarmente ricco di alternative.

Leggi anche:  Ecco il segreto della colazione perfetta

La tradizione tipicamente anglosassone di consumare latte e cereali ha preso piede da qualche anno anche in Italia, non solo per una semplice imitazione di una moda alimentare, ma anche per gli indubbi benefici che comporta: i cereali immersi nel latte sono una colazione veloce, pratica e ben capace di saziare.

Al confronto, i biscotti sono assai meno sazianti (oltre che molto più calorici); mentre il pane è meno appetibile.

Il segreto dei cereali

Il segreto dei cereali? Poche calorie e il giusto quantitativo di carboidrati (la benzina del nostro organismo, quella che gli consente di cominciare bene la giornata) e fibre.

A questo proposito, è importante sottolineare come più alta sarà la dose di fibre nei cereali, più basso sarà il numero delle calorie.

Tag:
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}