• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

1.211 visite

Carie, la rivincita del chewing gum

Se contiene xilitolo, riduce fino all’80% i rischi di carie

Masticare chewing-gum 5 volte al giorno può abbattere di oltre l´80% il rischio di nuove carie ai denti. A patto che tra gli ingredienti in confezione non ci sia lo zucchero, ma un ormai diffuso dolcificante "buono", lo xilitolo, da anni nel mirino della scienza per i suoi effetti contro i batteri nemici del sorriso.
A decretare la rivincita delle nuove gomme da masticare – eredi di quelle contro cui hanno puntato il dito generazioni di insegnanti, genitori e nonni – è il più grande studio italiano condotto sullo xilitolo, un dolcificante estratto dalla corteccia di betulla.

Lo studio
La ricerca, firmata dall´università degli Studi di Milano (sede del Centro collaboratore Oms per l´epidemiologia e l´odontoiatria di comunità) e dall´università di Sassari (Istituto di clinica odontoiatrica), ma realizzata anche con il parziale supporto dell´azienda produttrice di chewing gum Perfetti Van Melle, ha coinvolto 176 bambini dai 7 ai 9 anni ad alto rischio di carie, reclutati nelle scuole elementari di Sassari.
I dati conclusivi dello studio, durato in tutto due anni e mezzo, sono stati pubblicati nel 2012 sulla rivista scientifica "Clinical Oral Investigation" e discussi durante un recente incontro a cui ha preso parte anche Fabrizio Oleari, capo del Dipartimento sanità pubblica e innovazione del ministero della Salute.

Quanto è diffusa la carie
La carie è la malattia cronica più frequente soprattutto nei Paesi ad alto reddito, Italia compresa. A 4 anni ne soffre circa un bimbo su 5 (20,61%), e a 12 anni quasi la metà dei ragazzini (43,99%). "I piccoli sono in assoluto i più a rischio di nuove lesioni cariose ai denti", spiega Laura Strohmenger, professore ordinario alla Statale di Milano e coordinatore del progetto ministeriale "Sperimentazione territoriale di un programma integrato di oral health".
"Gli adulti invece esprimono le conseguenze delle carie che li hanno colpiti nella vita", ed è in questo senso che il problema carie affligge anche l´80% dei 19-25enni e il 60% dei 35-40enni.
"I risultati dello studio – commenta l´esperta – dimostrano che l´utilizzo di chewing gum con xilitolo è un´efficace e poco costoso strumento preventivo nei confronti del rischio carie". Un´arma che dovrebbe essere presa in considerazione per valutare "un intervento di prevenzione di comunità da condividere con le autorità competenti".

Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}