• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

1.819 visite

Botti a Capodanno, come “spararli” in modo sicuro

Come acquistare i fuochi d’artificio, conservarli e maneggiarli senza rischiare la salute. Ecco il decalogo della Polizia per non salutare l’anno nuovo al Pronto Soccorso dell’Ospedale.

La febbre dei fuochi d’artificio  o  botti a Capodanno, come in gergo  sono definiti, si abbassa in italia anno dopo anno ma ancora resiste. In dieci anni  sono diminuiti sia gli affezionati ai botti di Capodanno che la spesa, quest’ultima crollata addirittura dai 100 euro del 2004 al 75-79 euro del 2014.

Il fatto è che seppure il bilancio tra attenzione al rischio per incidenti e euforia per il saluto dell’anno nuovo, pende nettamente per la prudenza, sono ancora molti gli infortuni che rovinano il benvenuto al nuovo anno. Se i romani sono quelli che spendono di più nel”botti” ( 93 euro) seguiti dai Milanesi ( 80 euro) e dai Napoletani (60 euro), questi ultimi sono molti di più:è stato stimato che spareranno botti di capodanno 1 napoletano su dieci, contro 1 romani su 20.

Ed allora, se proprio non ci si vuole limitare dunque all’unico botto senza rischi che è quello del tappo di spumante che faremo saltare a mezzanotte, ecco qualche consiglio utile su come trattare, conservare  i petardi di Capodanno, quali precauzioni prendere e come riconoscere quelli legali da quelli illegali, meno costosi, ma a volte micidiali.

 

Leggi anche: Fuochi d’artificio, come prevenire ustioni e dagli agli occhi

 

Fuochi d’artificio, come maneggiarli in sicurezza

Gustarsi fino in fondo la festa, senza privarsi del divertimento di dare fuoco alle polveri, è possibile. Basta seguire i consigli di chi è abituato a maneggiare petardi per lavoro. Gli specialisti della Polizia hanno stilato una serie di suggerimenti a disposizione dei cittadini. Di seguito, alcuni dei consigli più importanti.

  • Assicurarsi di non aver comprato materiale proibito: i giochi pirotecnici autorizzati si riconoscono perché riportano sulla confezione l’etichetta ministeriale che ne consente il commercio. Nel caso fossero privi di questo talloncino, non ci sono dubbi: è materiale illegale.
  • I fuochi autorizzati possono essere venduti in tutti i negozi che sono in possesso della licenza per la vendita di giocattoli. Quindi, li può acquistare chiunque. L’unico requisito è l’età: bisogna avere almeno 14 anni.
  • Al momento dell’accensione, è bene prestare attenzione agli abiti che si indossano. Se avete in programma una serata all’insegna dei fuochi, mai mettere giacconi o maglioni di pile o fibra sintetica e neppure indumenti acetati come le tute sportive. Basterebbe una scintilla per trasformare questi vestiti in micidiali trappole.
  • Se il fuoco non si accende, non ritentate: meglio buttarlo via.
  • Non raccogliete i fuochi inesplosi che si possono trovare in strada: sono molto pericolosi. Chiamate piuttosto il 113 (anche in forma anonima), in modo che gli agenti possano rimuoverlo con le dovute cautele.

 

Leggi anche: Capodanno, regole salva gatti e cani

(segue)

Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}