• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

8.137 visite

Cani, ecco le nuove regole per i padroni

Guinzaglio, museruola, corsi da seguire… Tutte le novità

Avere un cane in casa è una magnifica scelta: un animale domestico come il più fedele amico dell’uomo fa bene al corpo e allo spirito, se è vero che aiuta a tenersi in forma e permette di godere dei benefici della pet therapy. Ci sono però delle regole da seguire, se vogliamo tenere davvero un cane: quelle del buon senso e dell’educazione anzitutto; ma anche quelle – nuovissime – che il ministero della Salute ha appena introdotto con un’ordinanza specifica indirizzata ai proprietari di quattrozampe. Qualche esempio? Utilizzare il guinzaglio corto (al massimo 1,5 metri) e portare sempre con sé la museruola.

 

Leggi anche: Animali in casa? Ecco i rischi per la salute

 

 

A che servono le nuove regole

A spingere il ministero a emanare questa ordinanza – che istituisce anche corsi ad hoc per i padroni – è il “verificarsi di incidenti, soprattutto in ambito domestico, legati alla non corretta gestione degli animali da parte dei proprietari”. Questi ultimi, o chi detiene il cane, sono a qualsiasi titolo responsabili penalmente e civilmente dei danni provocati dall’animale.
“Il proprietario di un cane – si legge nell’ordinanza, che avrà efficacia per 12 mesi – è sempre responsabile del benessere, del controllo e della conduzione dell’animale e risponde, sia civilmente che penalmente, dei danni o lesioni a persone, animali o cose provocati dall’animale stesso. Chiunque, a qualsiasi titolo, accetti di detenere un cane non di sua proprietà ne assume la responsabilità per il relativo periodo”.

 

Leggi anche: Morsi  di animali? ecco il primo soccorso

 

Antonio Napolitano
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}