• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

2.850 visite

Cancro, 12 cose da fare per proteggersi

Come tagliare il rischio di tumori fino al 30%

Dallo stop al fumo alla tintarella sicura, passando per l’attenzione al consumo di alcol e per la lotta ai chili di troppo: sono alcuni dei consigli dati dagli esperti del Policlinico A. Gemelli di Roma nel “Dodecalogo della Prevenzione: le 12 regole del Codice Europeo contro il Cancro”.

Rischio tumori ridotto
“Sebbene sia difficile fare una stima precisa della riduzione globale del rischio tumori che si può ottenere seguendo i corretti stili di vita suggeriti dal dodecalogo”, spiega Carlo Antonio Barone, Direttore dell’Unità Operativa Complessa di Oncologia Medica del Policlinico universitario Gemelli, “perché l’incidenza dei vari tumori è diversa, una percentuale ragionevole di questa riduzione potrebbe essere intorno al 30% circa”.

I consigli
Questi i consigli del “Dodecalogo” curato dagli esperti del Policlinico universitario Agostino Gemelli di Roma

1) Non fumare: il fumo, sia attivo sia passivo, è la prima causa accertata di morte per cancro al polmone.

 

Leggi anche: hai uno stile di vita anti-cancro? Scoprilo con IL TEST

 

2) Occhio a quello che mangi: si stima che circa il 30-40% dei tumori sia riconducibile a scelte alimentari non corrette.

3) Fai attività fisica: muoversi contrasta l’obesità e le malattie correlate, tumori compresi.

4) Mangia frutta e verdura ogni giorno: un’alimentazione equilibrata e ricca di frutta e verdura è collegata a un minore rischio individuale di tumori.

5) Non esagerare con l’alcol: troppi alcolici aumentano il rischio di tumori specialmente del cavo orale, della faringe, della laringe e dell’esofago.

6) Abbronzatura sì, ma con giudizio: l’esposizione ai raggi ultravioletti (UV), in particolare quelli di tipo B, rappresenta un importante fattore di rischio per lo sviluppo del melanoma.

 

Leggi anche: Nei nella pelle, ecco quando nascondono un tumore

 

7) Attenzione ai cancerogeni nell’ambiente: prevenire l’esposizione ad agenti cancerogeni ambientali come le diossine e i pesticidi, il radon e l’amianto.

 

……….(segue)

Tag:
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}