• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

1.015 visite

Cambi spesso casa? Ci rimette il bambino

Troppi traslochi influiscono sulla salute dei più piccoli, causando stress e alzando il rischio alcol o fumo da adolescente

Non sono soltanto i genitori a essere affaticati e stressati da uno o più traslochi. Anche se non ci pensiamo mai più di tanto, in effetti chi ha la peggio da un cambio di casa – peggio ancora se questo cambiare è frequente – sono i bambini: per loro, è un fattore di rischio per cattive condizioni di salute durante l´adolescenza e durante l´età adulta. Lo sostiene una ricerca pubblicata sulla rivista scientifica "Journal of Epidemiology e Community Health".

Lo studio
L´indagine fa parte del West of Scotland Twenty-O7 Study, programma di monitoraggio costituito nel 1987 per esaminare i processi sociali che producono o mantengono le differenze nella salute della popolazione nel corso del tempo promosso dalla Social and Public Health Sciences Unit di Glasgow in Scozia.
I ricercatori hanno valutato lo stato di benessere generale di 850 persone per un periodo di 20 anni, considerando il parametro di "mobilità residenziale" sulla base dei codici postali. L´analisi ha incluso fattori come peso, funzione polmonare, pressione sanguigna, salute psicologica e comportamenti non salutari, come ricorso al fumo, all´alcol e alla droga. Tra i partecipanti, una persona su cinque aveva vissuto allo stesso indirizzo per tutta l´infanzia, sei su dieci (59%) si erano trasferiti una o due volte, e un ulteriore 21% si era mosso almeno tre volte.

I risultati
Risultato? I frequenti spostamenti di casa durante l´infanzia sono stati associati a un aumentato rischio di peggiori condizioni di salute generale, stress psicologico, e tedenza a bere e fumare durante l´adolescenza e l´età adulta. Non sono stati, invece, riscontrati maggiori rischi di uso di stupefacenti.

Tag:
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}