• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

2.392 visite

Calo del desiderio, cosa puoi fare

Strategie efficaci per riaccendere l’interesse per il sesso

Le cause principali del calo del desiderio
Niente sesso, non mi va. Stando alle statistiche, sembrerebbe questa la frase preferita di una donna americana su tre fra i 18 e i 59 anni. D’accordo, gli Usa sono un caso a parte. E le italiane? Non ci sono dati ufficiali, ma non è un mistero che il problema dell’anoressia sessuale – il calo del desiderio o dell’interesse sessuale – sia diffuso anche da noi. Un sondaggio recente, per esempio, parla di dati allarmanti: una donna su tre non proverebbe alcun desiderio sessuale; stesso problema per un uomo su sei.
In termini scientifici, avere scarsa o nessuna voglia di fare l’amore si definisce disturbo da desiderio ipoattivo. In sostanza, si tratta della parziale o totale scomparsa di fantasie e pulsioni erotiche, quindi del calo del desiderio. Ma quali sono le cause principali per cui il desiderio sessuale diminuisce?

  • I conflitti di coppia – I problemi con il partner incidono direttamente sul desiderio sessuale.
  • L’incapacità di accettarsi fisicamente – Il confronto con i modelli estetici proposti dalla società di oggi può causare un senso di inadeguatezza.
  • Lo stress – Troppi impegni e ritmi di lavoro frenetici causano stanchezza e influiscono quindi sull’attività sessuale.
  • La nascita di un figlio – Un evento così importante cambia le abitudini e, per un certo periodo, può far diminuire il desiderio. Soprattutto nelle mamme.
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}