• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

7.251 visite

Calo del desiderio: perchè in gennaio l’uomo va in letargo

calo del desiderio

A dispetto di quello che molti pensano il sesso in inverno spesso va in letargo e nell’uomo il calo del desiderio diventa più frequente.

Non accade a tutti, naturalmente, ma accade a molti e la questione è seria perchè riguarda proprio i soggetti che tradizionalmente assumono l’iniziativa, cioè gli uomini, anche se pure le donne non sono esenti.

Ma perchè accade?

 

 

Quando il calo della libido è una cosa seria
Sul calo del desiderio si è scritto molto e spesso anche a sproposito, quasi a farlo sembrare una patologia, per affrontare la quale bisogna ricorrere a qualche emozione forte, o più spesso a qualche farmaco miracoloso, sul quale l’industria poi macina profitti colossali.

La verità è che non tutti i cali del desiderio sono patologici.

Per l’uomo, il calo della cosiddetta libido, ovvero della voglia di fare sesso, è indice di patologia in presenza, per esempio, di diabete, di obesità, oppure di ipertrofia prostatica benigna trattata con farmaci che riducono l’ingrossamento della ghiandola prostatica ma al prezzo di attenuare la voglia di sesso. Oppure nei casi di malattie cardiovascolari, quando l’assunzione di determinate statine può provocare come effetto collaterale l’attenuazione della libido.

 

Leggi anche: Troppi spinelli? ecco che succede al sesso

 

Anche nella donna ci sono cause fisiologiche come per esempio l’asportazione delle ovaie che riduce la produzione di testosterone, ovvero dell’ormone della gioia di vivere e del desiderio sessuale. O cause farmacologiche, per esempio l’uso di farmaci antidepressivi che agiscono sul desiderio sessuale femminile.

Tutto ciò senza contare le cause psicologiche o legate al contesto culturale, come l’ansia da prestazione nell’uomo o nella donna.

 

Quando il calo della libido è normale

 

Ma a parte queste cause che in qualche modo possono preoccupare per la loro origine, ce ne sono altre del tutto fisiologiche e naturali, come appunto quelle stagionali legate all’inverno.

La ragione è che l’uomo, in inverno, cade in una sorta di letargo che colpisce tutti, attenuando il desiderio un po’ ad ogni età. Il che non significa che un ragazzo ventenne non fa più sesso in inverno, ma che subisce un calo della libido proporzionale alla sua normalità: nel senso che se dalla primavera all’autunno normalmente ha desiderio di rapporti sessuali un giorno si e l’altro no, d’inverno questa frequenza può ridursi anche anche per lui. Naturalmente, più si va avanti con l’età e più questa attenuazione agisce su ritmi meno frequenti, fino a portare un cinquantenne-sessantenne a diradare il rapporto anche oltre la settimana proprio perchè manca il desiderio forte.

Bruno Costi
direzione staibene.it

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}