• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

9.461 visite

Boccone di traverso: cosa fare per non soffocare

Il boccone di traverso: cos’è? Come si determina? Chi colpisce? In quali situazioni? E soprattutto cosa fare per superare il momento critico. Tutte le risposte e soprattutto i rimedi per non soffocare.

Il boccone di traverso è la classica situazione che può risolversi  con un colpo di tosse oppure degenerare in un pericolo che arriva fino al soffocamento.

Ed il fatto che possa accadere a chiunque, in qualunque momento, nella più normale delle condizioni aggiunge pericolo e rischio, soprattutto se si tratta di bambini e persone anziane che possono restarne soffocati.

Ma cos’è esattamente? Come si determina? Chi colpisce? In quali situazioni? E soprattutto cosa fare per superare il momento critico sia che riguardi noi, sia che riguardi qualcuno che è accanto a noi?

L’Ospedale Humanitas ha postato una serie di informazioni di primo soccorso  a cura di Stefano Ottolini, medico di Pronto Soccorso, proprio per affrontare situazioni del genere ed evitare che un attacco di panico, generalmente presente quando vediamo qualcuno che soffoca e non sappiamo cosa fare, possa  portare ad una situazione molto pericolosa, a volte anche mortale.

 

 

Cos’è il boccone di traverso

 

Il nostro apparato digerente e respiratorio si fonda su due  canali che  corrono quasi paralleli dalla bocca all’inerno del nostro corpo. Il canale che alimenta la respirazione è la trachea e conduce ai polmoni, quello che serve ad ingerire gli alimenti l’esofago e conduce gli alimenti allo stomaco.

Può accadere che per un accidenti che tra poco vedremo, un boccone ingerito e destinato a transitare nell’esofago diretto allo stomaco prenda una strada diversa, cioè quella della trachea e si diriga verso i polmoni. Situazione pericolosa, perché se davvero del cibo andasse a finire nei polmoni di determinerebbe  anche un particolare tipo di polmonite ab ingestis, cioè da corpo estraneo, molto grave e difficile da curare. Ma il più delle volte il cibo  resta lì a metà strada e non va né su e né giù.

 

 

La causa

 

Le cause che determinano queste situazioni sono generalmente 4:

  1. mangiamo un boccone di cibo troppo grosso, e questo spesso accade perchè abbiamo fretta di liberare  la bocca perchè stiamo parlando con qualcuno;
  2. mangiamo troppo in fretta senza masticare abbastanza;
  3. parliamo mentre stiamo mangiando
  4. respiriamo mentre inghiottiamo

Poi ci sono cause che interessano generalmente principalmente i bambini ed è quando il bambino, che usa la bocca come mezzo di conoscenza degli oggetti soprattutto nella prima infanzia, per errore inghiottisce  un frammento di giocattolo e di  altro genere che  quasi lo strozza.

Esistono poi patologie che coinvolgono l’apparato della deglutizione o l’apparato neuromuscolare e che impediscono lo svolgersi di una corretta deglutizione. I processi che regolano la deglutizione permettono la chiusura delle vie aeree tramite la glottide al momento del passaggio del bolo alimentare. Tra queste  anche la disfagia, ovvero quella patologia  che ci impedisce di inghiottire anche quando il cibo ha preso per cosi dire, la strada giusta.

 

Leggi anche: Disfagia, che fare quando il boccone non va giù

Tag:
direzione staibene.it

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}