• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

1.900 visite

Bambini, all’aperto è meglio. Anche d’inverno

I consigli dei pediatri per evitare otite, polmonite e bronchiolite

Volete proteggere i vostri bambini dai mali di stagione? Evitate l´errore più comune: tenerli blindati in casa, per paura del freddo e delle intemperie. I piccoli, all´aria aperta, corrono molti meno rischi infettivi di quando si trovano in ambienti chiusi. Parola della professoressa Susanna Esposito, direttore della UOC Pediatria 1 Clinica della Fondazione Policlinico di Milano e Presidente della Società Italiana di Infettivologia Pediatrica (SITIP).

 

Quanto soffri il freddo? Scoprilo con IL TEST

 

Meglio all´aperto

“Con l’arrivo delle temperature fredde”, spiega Esposito, “i genitori hanno paura di lasciare i figli all’aria aperta, perché temono per la loro salute. In realtà, se ben coperti e portati fuori nelle ore centrali della giornata, hanno minori possibilità di essere esposti agli agenti infettivi di quante ne hanno se rimangono a lungo in luoghi poco areati. Infatti, i contatti ravvicinati con altri bambini o, più in generale,con i soggetti malati, sono una delle principali modalità di trasmissione delle malattie infettive”.

In generale, i bambini devono essere coperti un poco di più di quanto si vesta una persona adulta, in quanto, nei primi anni di vita, hanno minori capacità di termoregolazione. Per evitare i mali di stagione, quando si è fuori casa, la prima forma di prevenzione è………………

(segue)

Tag:
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}