• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

4.094 visite

Bagno al mare? Cosa fare se ti punge una tracina

La puntura di una tracina, un pesce molto comune nel Mediterraneo provoca un dolore localizzato e sensazione di torpore diffuso. Ecco cosa devi fare se capita anche a te.

La trovate spesso nei nostri mari, è poggiata sul fondo  del mare anche a basse profondità, dove si tocca, ed è frequente pungersi calpestandola quando camminiamo sui primi metri d’acqua dalla battigia.

Parliamo della tracina, uno dei pesci più comuni e velenosi del Mediterraneo, gioia (per chi la mangia) e dolore (per chi la calpesta) di molti italiani.

 

Identikit della tracina

La puntura di una tracina, un pesce molto comune nel Mediterraneo capace di ferire in modo doloroso tramite un aculeo sul dorso, provoca un dolore localizzato e molto intenso, spesso associato a una sensazione di torpore diffuso.

Note anche con il nome di pesce ragno, le tracine sono un  pesce diffuso  soprattutto nei mari europei, in Mediterraneo, nel Mar Nero, nelle acque Atlantiche europee, sino alla Scozia a nord e alle Canarie a sud, lungo le coste dell’Africa occidentale e nelle acque Cilene.

Vivono esclusivamente in mare e su fondali sabbiosi e/o fangosi, preferibilmente entro i primi 30 metri di profondità, anche se sono state segnalate a profondità maggiori, sino a 150 metri.

Hanno un corpo allungato, schiacciato lateralmente, meno compresse anteriormente ed il pericolo si nasconde nel dorso, dove si alzano a raggera le spine dorsali (da 5 a 7) robuste ed impregnate di una sostanza velenosa.

 

Leggi anche: Come non morire in vacanza per una banalità

Tag:
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}