• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

1.085 visite

L’imbarazzo della scelta? Come scoprire se è un bene o un male

Scegliere tra tante alternative può essere un problema o un vantaggio. Ma quasi sempre chi si domanda: avrò scelto giusto?

L’imbarazzo della scelta è una situazione molto più comune di quanto si possa pensare. Ma avere davanti a sé tante alternative per alcuni rappresenta un problema, per altri è visto come un vantaggio. Dov’è la posizione più corretta?

Quando ci si trova davanti a diverse opzioni è davvero molto comune essere confusi. E questo può renderci molto depressi e infelici. Almeno secondo un gruppo di ricercatori Usa della Stanford-University in California e del Swarthmore College della Pennsylvania, che hanno pubblicato le loro teorie in un articolo sulla rivista “Journal Of Consumer Research”.

 

Leggi anche: Matrimonio, come scegliere la donna che lo fa durare di più

 

Avrò fatto la scelta giusta?
Gli psicologi dicono che quando facciamo una scelta spesso ci si preoccupa troppo di aver fatto quella sbagliata, rammaricandocene per un po’. Questo però non accade solo nei negozi, ma nella vita quotidiana e professionale, esponendoci al rischio depressione. Un rischio a cui siamo esposti ogni giorno e in diversi luoghi.

Secondo i ricercatori Usa, “La scelta è un tema dominante negli annunci pubblicitari di Internet e negli spot televisivi. Sembra avere il potere di rendere una persona importante. È un segno importante di libertà”. I giovani di oggi, inoltre, hanno una più grande libertà di scelta e sono però obbligati a prendere una miriade di decisioni rispetto alle generazioni passate. Questa libertà può portare con sé conseguenze potenzialmente pericolose che espongono le persone a lunghi periodi di crisi.

 

Leggi anche: Come scegliere lo psicologo che funziona

 

Scegliere fa rischiare ansia e depressione
Depressione, ansia abuso di sostanze stupefacenti e in casi estremi il suicido possono essere gli effetti di questa situazione. “Ultimamente c´è stato un aumento significativo dell´incidenza di depressione, disturbi d´ansia e suicidi, che si sono verificati quasi tutti in persone giovani”, hanno aggiunto i ricercatori. “Inoltre, vi è un notevole aumento di studenti che al college sono alla ricerca di aiuto presso i centri di consulenza.

Infine, vi è un disagio palpabile nei giovani laureati che sembrano non avere un´idea chiara di ciò che vogliono fare nella vita”. Questa grande libertà di scelta che abbiamo raggiunto alla fine si può trasformare in un´arma a doppio taglio: “La scelta può anche produrre incertezza paralizzante e depressione”.

 

Sei un tipo ansioso? Scoprilo con il Test

 

Tag:
Antonio Napolitano
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}