• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

4.601 visite

Avarizia, 4 regole per essere meno taccagni

Dall’avarizia si può guarire. Ci sono diversi modi per farlo. Spesso è la vita stessa a insegnare agli avari, sempre che non siano troppo ostinati, che il costo del trattenere per sé e non dare agli altri, è troppo alto. Così, dopo aver rovinato un amore, un’amicizia o anche solo dopo aver rischiato una perdita del genere, molti si danno una regolata. Ebbene: chi riesce a mettere al primo posto le relazioni con gli altri, potrà vincere la propria tendenza all’avarizia. E le reazioni del prossimo potranno convincerlo a cambiare.

In alternativa, l’aiuto di uno psicologo o di uno psicanalista può fare moltissimo nel caso di una persona particolarmente avara. Certo, non è un lavoro facile, anzi: bisogna lasciar emergere il dolore nascosto da chi nei primi anni non è stato amato. Ma è un viaggio che vale la pena di fare, piuttosto che adattarsi a un’esistenza che, pur di tenere chiuso a tutti i costi il portafogli, sbarra la porta a una vita vera.

Se proprio non volete saperne di rivolgervi a uno specialista, potete provare a fare da soli. Eccovi quattro consigli che potrebbero rivelarsi molto Si può sempre tentare di uscime da soli. Ecco allor una miniguida in quattro mosse per imparare a essere meno spilorci.

1) Osserva con attenzione la tua vita e quella degli altri. Verifica come persone che hanno meno di te riescono a godere la vita molto più profondamente. Rifletti a lungo su questo punto.

2) Sii consapevole di quanto l’avarizia ti porta a mentire, per esempio quando dici che i negozi erano chiusi per giustificarti se ti presenti a mani vuote a casa di amici, o quando sostieni di non avere contanti pernon offrire. Non indulgere in questa strategia: mina la stima che hai di te stesso.

3) Specie se l’avarizia è una tradizione di famiglia, sperimenta comportamenti diversi. Per esempio, fai qualche regalo, prepara una buona cena per gli amici. Nota se ti senti meglio con te stesso, se riesci a non pensare al dolore del denaro che se ne va e a notare invece la gioia dell’affetto che arriva.

4) Per quanto tu possa cercare soluzioni alternative, la vera guarigione passa dalla disponibilità a dare. Ma l’abitudine ti aiuterà. Se ti senti invaso dall’ansia, per i primi tempi, stanzia un budget di prodigalità: puoi non spendere di più, ma neppure di meno.

Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}