• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

4.641 visite

Sesso “bio”: come raggiungere un orgasmo” ecologico”

Sesso “bio”: come raggiungere un orgasmo” ecologico”. L’industria inventa preservativi vegani, vibratori senza parabeni, per fare sesso senza rovinare l’ambiente. Ecco di che si tratta.

sesso_bio

In epoca di sviluppo sostenibile e sensibilità sociale anche il sesso si adegua e diventa “verde”, ecologico, sostenibile o se preferite “ bio”, proprio come la frutta coltivata senza pesticidi.

Ma chi se l’è inventata questa “bufala”, potreste pensare.. Ed invece, altro che “bufala”, è la nuova frontiera bio-sostenibile che l’industria del sesso ha deciso di oltrepassare, per fornire a tutti gli amanti del mondo, orgasmi ecologici e nessun senso di colpa mentre si fa l’amore.

 

Leggi anche: Sex toys, si o no nella coppia?

 

Una “sensibilità” che viene dagli Usa

 

E come potete immaginare la prima mossa viene dagli States che hanno inaugurato il “green sex” a partire dai preservativi. Glyde, così si chiama l’industria che produce in questione , è stata la prima al mondo a produrre preservativi vegani.

No, non pensate subito al cibo senza derivati animali, non è un prodotto pensato per il consumo ”orale”, ma è solo fatto con materiali non “ogm”, biodegradabili e testati su animali. Per amanti eologisti attenti alla salute dei genitali e tutto a impatto zero.

Infatti, il produttore fa sapere che i suoi preservativi sono prodotti da una filiera “etica”,senza l’aggiunta di sostanze chimiche tossiche nel prodotto finale. Ma l’etica (se di etica si può parlare) non è solo produttiva ma anche distributiva, perchè il produttore fa sapere che il 10% dei profitti delle sue vendite viene donato ai servizi per migliorare la salute delle donne.

 

Leggi anche: La classifica degli oggetti “fetish” più amati

 

Non solo preservativi” bio”

 

Ma il business non si ferma qui. Dopo i preservativi arrivano anche i lubrificanti bio e le salviette di igiene intima sostenibili.

Un testimonial che non vi aspetetreste è Greenpeace, si proprio loro gli eroi della difesa dell’ambiente, quelli che navigano fra i flutti per impedire la caccia alle balene hanno stilato la guida al sesso eco-friendly, consigliando alcune marche di prodotti “hot”.

Comn per esempio la tedesca Einhorn che oltre a produrre preservativi vegani con packaging accattivante, investe il 50% degli utili in progetti ambientali. Oppure come la britannica French Letter che segue le regole del mercato equo solidale “per amanti senza sensi di colpa e che vogliono sentirsi bene quando fanno l’amore”. Come se durante un incontro ravvicinato fra le lenzuola, lui o lei potessero moltiplicare orgasmi e piacere al solo pensiero che il preservativo in funzione aiuta le donne dell’Africa..

 

Leggi anche: Troppo veloce sotto le lenzuola? Leggi qui

 

Sesso senza additivi

 

Se parlate di sesso senza additivi, 9 persone su dieci pensaranno a lle erezioni che non hanno bisogno di Viagra o Cialis. Ma se lo dite a Talia Frankel, fotoreporter che con i condom ha fatto la sua fortuna, vi risponderà che “gli additivi chimici non sono sexy” intendendo che i profilattici prodotti dalla sua azienda sono realizzati senza parabeni, gli imballaggi sono 100% riciclati, e tra i servizi offerti c’è il servizio a domicilio, in bici.

 

Leggi anche: Nelle borse delle donne ci sono cose… pericolose. Ecco quali

direzione staibene.it

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}