• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

3.404 visite

“Amici di letto”. Ma funziona davvero o no?

I vantaggi, i rischi e le regole per non soffrire quando nell’amicizia si intromette il sesso. I risultati di una ricerca sorprendente.

amici di letto

Gli amici di letto? una novità nel panorama amoroso del terzo millennio ma l’27’amicizia di letto, perché è di questo che si parla, non si limita a un solo sentimento di affetto, di simpatia e di familiarità fra le parti, ma in una relazione in cui ci sono rapporti sessuali occasionali più o meno completi ma in cui non è presente un rapporto sentimentale di coppia.

Insomma, una sorta di amicizia in cui i due vanno a letto insieme ma hanno una loro vita, autonoma e non di coppia.

Alla fine ci si chiede: questo tipo di rapporto funziona o no?”. Se ci atteniamo ad una ricerca condotta dalla Michigan State University, la risposta è no.

 

Leggi anche: La sessuologa: Perchè così tanti “single” di comodo…

 

Gli esiti della ricerca
La ricerca, condotta tra gli studenti dell’Università di Michigan State, ha confermato i risultati di altri studi precedenti e cioè che la maggior parte degli studenti universitari ha avuto almeno 1 rapporto di “amicizia di letto”.

Nello studio, pubblicato su Archives of Sexual Behavior, condotto da Melissa Bisson, un ex studentessa della Michigan State University e Timothy Levine, un professore del dipartimento di comunicazione, sono stati intervistati 125 giovani uomini e donne e si è scoperto che il 60% ha riferito di aver avuto almeno un “amico di letto”.

Come sono andate a finire queste relazioni? Uno su dieci è diventato un rapporto sentimentale vero e proprio, un terzo ha messo da parte il sesso e sono rimasti amici, e uno su quattro alla fine ha rotto completamente anche il rapporto di amicizia. Il resto ha continuato il rapporto come amici di letto.

In conclusione, fatta eccezione per gli amori corrisposti, in tutti gli altri casi una relazione di questo tipo è sempre fonte di dispiaceri e stress.

Perché si preferisce questo tipo di relazione ad altre più stabili dal punto di vista sentimentale? Perché, dicono gli esperti chi le vive, ha paura che i suoi sentimenti non vengano corrisposti.

 

Leggi anche: Tradimento: ecco perchè la donna perdona e l’uomo no

 

I rischi per gli “amici di letto”

In questo genere di amicizie particolari gli infortuni d’amore sono piuttosto frequenti. Se va bene entrambi si innamorano, altre volte l’amicizia si allenta perché i uno dei due o entrambi trovano una relazione più coinvolgente dal punto di vista sentimentale, ma nel peggiore dei casi tutto finisce perché uno si innamora e l’altro no.
Perché il rapporto rimanga positivo e funzioni, occorre che siano presenti alcuni ingredienti particolari da entrambe le parti (gli stessi ingredienti che, tuttavia, possono farci cadere nella rete del sentimento):

  • assenza di gelosia;
  • sincerità;
  • spensieratezza;
  • indipendenza;
  • elasticità

 

Non solo. La coppia dovrebbe essere composta da persone capaci di scindere efficacemente il sesso dall’affettività. Una situazione che piace poco ai giovani che amano, invece, una relazione amorosa classica.

Perché la relazione funzioni ci deve essere corrispondenza tra i bisogni di entrambi. Questa particolare “relazione” termina, infatti, quando uno dei due trova un’altra storia spesso più coinvolgente, oppure se si trasforma in un vero rapporto sentimentale.

 

Leggi anche: Come misurare la giusta gelosia

Tag:
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}