Salute e benessere; stare bene con Staibene.it


Home page  » Alimentazione  » articoli 


Come proteggere e conservare tutti i cibi

Quello che devi sapere per conservare, cuocere e congelare gli alimenti

02/08/2013
conservare i cibi

aumenta carattere

testo

diminuisci carattere


Regole per tenere lontani i batteri dai cibi
Una volta fatta la spesa nel miglior modo vale una regola fondamentale: non interrompere la catena del freddo e se fa caldo munirsi di borse termiche per trasportare i surgelati , ma anche gli alimenti freschi.




A casa per evitare che i cibi deperiscano si devono predisporre protezioni e imballaggi resistenti che garantiscano igiene e sicurezza.  Quali? Pellicole, fogli di alluminio, sacchetti che possono essere utili non solo per cuocere e proteggere gli alimenti, ma anche per conservare gli avanzi.

TEST




Quando fate la spesa
Al momento di fare acquisti di prodotti alimentari, ecco cosa tenere a mente per evitare spiacevoli inconvenienti:
  • se acquistate un alimento deperibile, verificate la data di scadenza e, prima di metterlo nel carrello, pensate a quanto tempo dovrà trascorrere nel vostro frigo;

  • se acquistate un prodotto non deperibile sulla confezione c´è il Tmc (termine minimo di conservazione), cioè la data entro la quale il produttore ne consiglia il consumo.

    TOOL


    Ma questo cibo può essere mangiato anche dopo, purché le modalità di conservazione dopo l´apertura siano sotto controllo;

  • cercate di acquistare sempre frutta e verdura di stagione , che garantiscono una maggiore freschezza. In questo modo attingerete a tutto il patrimonio vitaminico e ai sali minerali di cui il nostro organismo ha bisogno nei diversi periodi dell’anno;

  • meglio comprare il pane giornalmente, preferibilmente integrale;

  • visto che è bene mangiare pesce almeno 2-3 volte la settimana, se non lo trovate fresco va bene anche quello surgelato.

Come evitare la crescita di batteri
Se un alimento viene dimenticato fuori dal frigo a temperatura ambiente potrà subire facilmente delle modificazioni organolettiche e sviluppare microrganismi responsabili del deperimento dei cibi. Le conseguenze? Problemi a livello gastrico come diarrea, nausea e vomito, che possono durare anche qualche giorno.
Ecco qualche regola da tenere a mente per evitare la proliferazione dei batteri:

  • durante la preparazione degli alimenti, tenere fuori dal frigorifero per il più breve tempo possibile e e riporre in frigo con la protezione adeguata;

  • raffreddare gli avanzi il più rapidamente possibile e poi conservarli in frigo  e mangiarli entro due giorni;

  • non riporre gli alimenti in frigorifero se non sono freddi perché altrimenti il calore farà aumentare la temperatura nel frigorifero e questo può promuovere la crescita batterica;

  • non mettere mai delle lattine aperte in frigo ma riporle in un contenitore che abbia un coperchio;

  • pulire il frigo con regolarità.



Commenta


commenta


Alcolici - quanto bevi?


Ecco il Calcola alcolici, un utile e facile strumento per scoprire subito quanto alcol puoi bere al bar o al ristorante senza rischiare il ritiro della patente e soprattutto incidenti stradali.


Riempi i campi sottostanti e poi scegli la risposta che desideri
sesso
stato
peso

Adesso puoi scegliere 2 strade:
Cosa bevi di solito?
Quanto bevi di solito?


I cookies ci aiutano a proporti solo i contenuti di tuo interesse, gli sconti ed i privilegi assicurati in via esclusiva ai nostri utenti. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.
Potrai in ogni momento disattivarli. Clicca qui per maggiori informazioni. (chiudi)