• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

4.897 visite

Alcol, quanto ci vuole per smaltire una sbronza

Come capire quando si può tornare davvero a guidare

Gli effetti dell’alcol sulla nostra salute sono deleteri. E infidi. Perché anche quando siamo convinti di riconoscerli, ci ingannano. Un esempio? La sbronza: pensiamo di averla smaltita e magari ci rimettiamo al volante, convinti che tutto sia tornato come prima e che siamo presenti a noi stessi. E invece non è assolutamente vero: il suo cervello non è ancora pronto per guidare, senza correre rischi.

Il tasso alcolico

Lo afferma uno studio statunitense, pubblicato dalla rivista scientifica “Experimental and Clinical Psychopharmacology”, secondo cui anche quando si ha la sensazione di stare bene, in realtà ancora non si è in grado di affrontare prestazioni cognitive complesse come può essere appunto quella di mettersi alla guida di un’auto.
I ricercatori hanno chiesto ad alcuni volontari di bere alcolici in modo da portare il tasso nel sangue da 0 a 0,1%, per poi farlo tornare a zero. Durante tutto il percorso sono stati fatti compiere ai soggetti alcuni test cognitivi, ed è stato chiesto loro di descrivere il proprio stato fisico. Il risultato è stato che il numero di errori nei test tendeva a salire e scendere con il tasso alcolico, e rimaneva alto anche quando i volontari si dicevano convinti che la sbronza fosse passata.

L’alcol e le normali funzioni del cervello

“Le funzioni che abbiamo testato sono quelle fondamentali quando si guida”, ha spiegato spiega Peter Snyder, neurologo dell´università del Connecticut (Usa), “quindi la conclusione che si può trarre è che è rischioso affidarsi soltanto alle proprie sensazioni per rimettersi alla guida, perché il cervello riprende le sue normali funzioni solo quando non c´è piu´ alcol nell´organismo”.
Secondo alcuni studi basta un tasso dello 0,02% di alcol nel sangue per raddoppiare la probabilità di incidenti negli uomini sotto i 20 anni, mentre la percentuale dello 0,1% aumenta il rischio di 52 volte.

Tag:
Antonio Napolitano
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}