• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

746 visite

Agopuntura, matrimonio tra due scuole “storiche”

La Matteo Ricci di Bologna e la MediCina di Milano avranno programmi didattici comuni

Due scuole storiche, due punti di riferimento in Italia per la diffusione dell’agopuntura, due realtà impegnate da decenni nella ricerca in medicina tradizionale cinese hanno deciso di collaborare attivamente allo scopo comune dell’integrazione culturale tra Oriente ed Occidente, sul fronte della prevenzione e della tutela della salute. Si tratta della Fondazione Matteo Ricci di Bologna e dell´Associazione MediCina di Milano, che come primo atto del loro connubio hanno disposto l’apertura dei corsi del nuovo anno accademico della Scuola Matteo Ricci anche presso la nuova sede milanese (oltre a quelle già esistenti di Bologna, Napoli e Bari).
L’11 novembre si aprirà dunque, per la prima volta a Milano, il corso quadriennale in agopuntura rivolto ai medici che da anni la Fondazione conduce con successo in altre città italiane.
Oggi esistono diversi corsi universitari in agopuntura a carattere prevalentemente informativo, ma non sono né formativi né professionalizzanti. La formazione di base degli agopuntori è sempre stata assicurata scuole private che dagli Anni 60 si sono diffuse in Italia dimostrando una qualità riconosciuta anche a livello internazionale.
Fondata nel 1994, MediCina è una delle scuole storiche di Agopuntura e di Medicina Tradizionale Cinese in Italia. La Fondazione Matteo Ricci è nata dalla fusione due delle più autorevoli realtà italiane del settore: Scuola Italiana di Medicina Cinese del Gruppo di Studio Società e Salute fondata nel 1979 e la Scuola Italo-Cinese di Agopuntura dell´Associazione Medici Agopuntori Bolognesi (A.M.A.B.) fondata nel 1986.

Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}