• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

3.782 visite

Acufeni: Ti fischiano le orecchie? Ecco che fare

Fischi, fruscii, soffi… Tutto quello che non accade ma le orecchie sentono va sotto il nome di acufeni. Ne soffre il 10% degli italiani. Ecco cosa sono e cosa fare.

Le prime volte, non ci si fa caso agli acufeni. Quell’insolito rumore che ci pare provenire dall’interno dell’orecchio – un fischio, un sibilo, un soffio o un ronzio – lo associamo ai fattori più diversi.

Quando però il fenomeno, da isolato, si fa ricorrente, continuo, insistente, la preoccupazione scatta. E spesso l’otorinolaringoiatra o l’audiologo ci rivelano il problema: soffriamo di acufeni.

 

Le cause degli acufeni

A soffrire di fruscii e soffi, sibili o fischi nelle orecchie è una fetta molto alta di popolazione: il 10% degli italiani.

I motivi di questo problema non sempre sono chiari, perché possono dipendere dallo stato di salute del soggetto: se non ha mai avuto problemi di udito o se invece hanno già qualche deficit uditivo. In ogni caso, una volta accertata la presenza di questi acufeni, nasce il problema di come eliminarli. Vediamo allora quali sono le ultime novità in fatto di tecniche anti acufeni.

 

Le terapia tradizionali per gli acufeni

Molte volte, gli acufeni possono scomparire da soli, specie se provocati da un’esposizione prolungata a rumori molesti o da otiti: dopo qualche ora di silenzio oppure farmaci, il problema non c’è più.

 

Leggi anche: Rischi gli acufeni se usi troppo il cellulare

 

In alcuni casi, invece, gli acufeni possono avere origini cardiovascolari: il nervo acustico corre troppo a contatto con un’arteria del cervello e trasmette al cervello il rumore del battito del cuore (che il paziente sente sotto forma di un soffio che segue il ritmo cardiaco). In questo caso, si ricorre a un intervento di microchirurgia abbastanza delicato, che va eseguito da specialisti di alto livello.

Serve un delicatissimo intervento chirurgico anche nei rari casi in cui gli acufeni siano collegati a un tumore benigno dell’orecchio.

 

Leggi anche: Acufeni, la musicoterapia può essere molto efficace

Tag:
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}