• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

967 visite

Problemi di udito? 4 modi per prevenirli

Siamo bombardati dal rumore, in casa, in auto, in strada, con gli amici. Come difendere le orecchie dai decibel di troppo ed evitare problemi di ascolto.

Bombardati da fonti di rumore sempre più varie, numerose e insistenti, gli italiani si riscoprono un popolo di “duri d’orecchio”. Il 12% della popolazione ha problemi di udito, più o meno gravi, ed è un numero che cresce di continuo (senza contare tutti quelli che ignorano o fingono di ignorare il loro problema).

In strada nel traffico o anche a casa, nel tempo libero oppure in discoteca, le nostre orecchie vanno protette per evitare guai seri, sordità inclusa. Già, ma come? Vediamo come fronteggiare le quattro principali situazioni che mettono a repentaglio la nostra capacità di sentire perfettamente.

1) I pericoli per l’orecchio in auto

E’ stato calcolato che nell’abitacolo di un’utilitaria c’è un rumore di fondo pari a 60-80 decibel. Se poi abbassiamo il finestrino (o appassionati dei lettori mp3. Attenzione al volume: se proprio non riuscite a resistere alla tentazione di “pompare” al massimo il vostro genere preferito, fatelo solo per pochi brani.

Il livello diventa lo stesso di una discoteca, con l’aggravante che tra la cuffia e l’orecchio non c’è quella distanza che esiste tra la cassa acustica e la persona in un ambiente chiuso.

4) In discoteca l’udito rischia di più

A proposito di discoteca. Divertirsi e ballare non valgono la pena di mettere a rischio le nostre orecchie. In discoteca, il livello di decibel è ben oltre la soglia del fastidio fisico (120 decibel). Ecco perché diventa fondamentale far riposare l’udito dopo lo stress: nelle 7-8 ore successive, dunque, cercate di sottoporvi a meno rumore possibile. Avete solo da guadagnarci…

(Valentino Maimone)

Tag:
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}