• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

3.739 visite

Herpes labiale, perchè con il sole può rovinarci l’estate

Herpes labiale, perchè con il sole può rovinarci l’estate. Cos’è l’herpes simplex, perchè il sole ha un effetto negativo e come proteggere le labbra efficacemente.

herpes_labiale

L’Herpes labiale è l’incubo di molti italiani perchè colpisce il 90% della popolazione. Ma diventa un incubo soprattutto d’estate perchè è il sole a scatenarlo e, poiché l’estate è la stagione in cui aumentano le relazioni sociali e gli amori ed il volto è il nostro primo biglietto da visita verso gli altri, “guastarlo” con bolle e crosticine sulle labbra è proprio una maledizione.

Ma perchè proprio d’estate?

Se lo è chiesto Adele Sparavigna, dermatologa socializzata alla Clinica dermatologica dell’Università degli Studi di Milano che con l’herpes labiale ha dichiarato di avere una questione per così dire personale.

Infatti è stata lei stessa , in una intervista alla trasmissione radiofonica di Radio 24 “Cuore e Denari” del 26 giugno 2017 a confessare che la sua passione scientifica per lo studio delle cause e dei rimedi contro l’herpes labiale, le è nata in quanto ne soffriva spesso; e, dovendo visitare molti pazienti, le dava disagio porsi di fronte a loro con questo banale, innocuo ma fastidioso e molto inestetico rigonfiamento delle labbra.

Sicchè ne ha fatto l’obiettivo dei suoi studi ed ha pubblicato addirittura un e-book dal titolo “Herpes labiale- la cura definitiva”.

 

Leggi anche: Come rafforzare le difese immunitarie

 

Cos’è l’erpes

Ma cos’è l’herpes labiale? E’ una infezione virale , molto diffusa che si contrae per contatto attraverso la saliva o poggiando le labbra su bicchieri non sufficientemente puliti o contagiati da altri. E’ di due tipi: l’herpes simplex, quella labiale, molto diffusa è innocua benchè fastidiosa; e l’herpes zoster, che colpisce anche altre zone nel corpo ed anche le zone genitali, più complicata da curare.

Il virus, una volta contratto, si annida nel nostro organismo e lì resta perchè possiede specifiche caratteristiche di adattamento e di protezione verso il sistema immunitario. Tuttalpiù si “addormenta” in alcuni mesi dell’anno e si risveglia in altri.

La sua vitalità è inversamente proporzionale alla forza delle nostre difese immunitarie. Nel senso che quando si abbassano, il virus rinvigorisce e si manifesta con le classiche vescicole pruriginose; quando sono alte, tengono a bada il virus che rimane silente.

 

Leggi anche: Perchè i virus preferiscono spogliatoi e palestre

 

I sintomi dell’herpes simplex

Come si riconosce un herpes? Cerchiamo di elencarne i sintomi principali e inequivocabili:

  • La pelle “tira” e si avverte una sensazione di piccole punture localizzate;
  • si manifesta un piccolo arrossamento circoscritto;
  • in quello stesso punto, si creano tante piccolissime vescicole disposte a grappolo, che man mano si rompono lasciando un’erosione;
  • quando questa erosione si secca, forma una piccola crosta, che si stacca di solito in 4-10 giorni. È importante, in questo lasso di tempo, non toccare assolutamente la parte.

 

Leggi anche: Sarà herpes? Riconoscilo così

 

Perchè si riaccende con il sole

Ed arriviamo al motivo per cui l’herpes labiale si riaccende d’estate. In questa stagione infatti – spiega la dottoressa Sparavigna, – siamo generalmente più esposti ai raggi solari, al mare o in montagna. Ed è proprio l’esposizione al sole che abbassa le difese immunitarie del nostro organismo permettendo così al virus di “rialzare la testa” e così rovinarci le vacanze o il bacio al partner estivo.

Che fare?

Si può evitare il fastidio proteggendo le labbra non meno di come facciamo con la pelle. Esistono creme protettive per le labbra che soprattutto bnei soggetti sensibili, possono essere spalmate potendo resistere alla saliva . Una banalità, ma di sicuro successo.

 

 

Tag:
direzione staibene.it

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}